>

Carassius auratus auratus - pesce rosso - Pesci acqua dolce e salata d'acquario - descrizione, diffusione, alimentazione, riproduzione

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

ACQUA DOLCE
  
AFRICA - AUSTRALIA

AMERICA - ASIA

ACQUA DOLCE - ASIA

 

Carassius auratus auratus ( pesce rosso )

Cenni generali: il Carassius auratus auratus , riprodotta in cattività da oltre mille anni , la forma selvatica sembra essere quella tipica del Carassio che vive dall'Asia centrale sino alla penisola Indocinese . A causa delle molte varietà che oggi si contano , una descrizione per gruppi , probabilmente rende la stessa piu' comprensibile . 6 gruppi sono sufficienti per poter dare una descrizione corretta : gruppo 1 ) pesce rosso comune , Calico e Cometa : con corpo simile a quello della specie selvatica e con leggere modifiche alle pinne ; 2 ) Testa di leone : con corpo accorciato e una o piu' pinne atrofizzate ; 3 ) Black moor , Occhio a bolla , Telescopico : con modifiche nella forma del corpo , occhi e pinne ; 4) Bombetta e Fantail : con corpo e pinne diverse dalla forma selvatica ; 5) oranda : incrocio tra Fantail e Testa di leone ; 6 ) Ponpon e squame a perla : altre parti del corpo modificate .
il pesce rosso comune , quando nasce , ha la tipica colorazione della forma selvatica , e cioè un colorito bronzeo . Lentamente , con la crescita , questo colore , che puo' anche restare invariato , cambia , per diventare arancione , bianco , giallo oro , grigio , marrone , rosso intenso . Tutte queste colorazioni possono , a loro volta , avere macchie piu' o meno grandi , di colore bianco o nero . La varieta' piu' apprezzata è quella di colore rosso intenso , quella che noi , comunemente , chiamiamoo pesce rosso .
Calico chi internazionalmente è chiamato Shubunkin , è come il pesce rosso ma , con le squame trasparenti ; la colorazione base è molto differenziata ; blu , giallo , rosso , viola ; su queste colorazioni , ci sono chiazze di differenti colori che possono essere bianche , blu , gialle marroni , nere rosse , viola . Oltre alla colorazione , anche le pinne possono essere leggermente differenti , aumentando di dimensione , principalmente la dorsale e l'anale .
Cometa : la differenza di questa varietà è , principalmente , nella forma allungata della pinna caudale ; questa , assieme alle pinne ventrali e dorsale , presentano incisioni piu' o meno pronunciale .
Testa di leone : corpo tondeggiante , pinna dorsale assente , pinne in generale , poco sviluppate ; la caratteristica principale è , comunque , la forma della testa che, a causa di una crescita abnorme di determinate cellule , è ricoperta di escrescenze molli . La colorazione è come descritta per i Calico e , visto la forma e le dimensioni delle pinne , il nuoto diventa per questa varietà , abbastanza complicato .
Pesce uovo : forma come il nome ; molto simile ad un uovo ; manca la pinna dorsale e , la caudale , non molto sviluppata , è doppia . Questa varietà non è particolarmente apprezzata in aquariologia e , di conseguenza , non molto comune .
Telescopio : la particolarità di questa varietà è la forma degli occhi ; questi sono ingrossati , sporgenti , di forme differenti . Tornando alle origini , questi pesci , allevati in vasi di porcellana e , quindi , in contenitori non trasparenti , venivano visti solamente dall'alto e , trasformazioni di questo genere , erano apprezzate dalla classe nobiliare che gravitava attorno all'imperatore cinese , al quale era riservato questo pesce .Q ueste forme rendono in maniera differente se viste da una prospettiva diversa ( dall'alto o frontalmente ) . La trasformazione dell'occhio incomincia qualche mese dopo la nascita e , continua anche per anni .
Black moor : solo una variazione di colore dei telescopio ; varietà completamente nera , a volte , con sfumature marroni.
Occhio a bolla : manca la pinna dorsale ; la caudale , che è poco sviluppata , è doppia . la forma è ovoidale . La differenza rispetto alle due varietà precedenti , è che l'occhio è normale , ma è circondato da una verruca riempita di una sostanza liquida . Queste varietà , che hanno in comune queste degenerazioni dell'occhio , hanno una vista limitata proprio da queste escrescenze che comportano aspetti negativi , solo in parte attenuati dallo sviluppo di altri organi sensoriali .
Bombetta : la forma del corpo e' corta e piena ; pinna dorsale e caudale sono piu' grandi del normale e , quella caudale è anche incisa . Non di rado , anche le altre pinne riportano questa incisione . La colorazione comprende tutti i colori che sono presenti per i calico e la forma comune .
Fantail : la varietà piu' diffusa , quella che noi chiamiamo pinne a velo . Corpo ovoidale tutte le inne articolarmente sviluae , pedunclo caudale molto coro . La colorazione è come per i pesci rossi comuni o come er i Calico .
Oranda : mix tra fantail e testa di leone : del primo sono uguali le pinne mentre la forma del corpo è piu' allungata ; del secondo , le escrescenze sulla testa anche se in forma molto meno accentuata .
Squame a perla : corpo corto e a forma di uovo ; tutte le pinne sono presenti e la anale e la caudale sono doppie . Caratteristica principale la forma delle squame : sono soncave , bordate di scuro , praticamente a forma di una mezza sfera o perla . La colorazione varia dall'arancio al bianco , dal bronzo al dorato al rosa .
Ponpon : varietà simile alla Testa di leone ; manca la pinna dorsale . Escrescenze molli che pendono dalle narici , hanno dato il nome a questa varietà . Le variazioni di colore sono come per i Calico ed i pesci rossi comuni .
Il nostro pesce rosso raggiunge dimensioni importanti se allevato all'aperto ; non di rado supera i 30 cm. , anche se , in acquario , le dimensioni restano piu' modeste , fermandosi a circa 20-25 cm. Se si vuole permettere a questo pesce di scilupparsi , la vasca dovrebbe essere il piu' grande possibile ma , già una dimensione di 50-60 litri , permette di allevare questa specie che non ha preferenze per la zona d'acqua da occupare , passando dalla parte di superficie a quella del fondo , indistintamente

Diffusione : allevato in cattività da oltre 1000 anni , l'origine non è certa ; Dall'Asia centrale sino alla Penisola Indo-cinese è presente il Carassius Auratus , dal quale , si presume , derivi il nostro pesce rosso .

Alimentazione : il pesce rosso è onnioro ; accetta di tutto ; dal mangime vivo al liofilizzato al surgelato alle scaglie e pastiglie , sia di origine animale che vegetale . La parte vegetale , dovrebbe avere una percentuale maggiore di somministrazione .

Riproduzione: per il Carassius auratus auratus , viste le dimensioni che raggiungono questi pesci , la cosa migliore è la riproduzione all'aperto , in grosse vasche o , stagni e , anche in acquario , le dimensioni della vasca , non dovrebbero essere inferiori a i 150 litri . Si introduce una femmina e due maschi ; la prima con l'evidente rigonfiamento della parte ventrale , i secondi con i segni evidewnti della fregola che sono delle protuberanze su gli opercoli branchiali . Le uova raggiungono una quantità molto variabile che passa da qualche centinaio a diverse decine di migliaia ...... dipende dalla dimensione della femmina . Solitamente questi pesci raggiungono la maturità sessuale prima del primo anno di vita ma , per ottenere discreti risultati , aspettare il secondo anno , porta a risultati migliori .
Deposte le uova che dovrebbero essere protette da una grata che impedisce a i riproduttori di cibarsene , si tolgono dalla vasca i riproduttori e si tengono separati i maschi dalla femmina che verrebbe inseguita ancora per diversi giorni . La schiusa delle uova avviene dopo circa 5 giorni e , gli avannotti , quasi subito , nuotano liberamente . Visto la quantità di pesci della nidiata , l'alimentazione migliore consiste in un preparato per pesci rossi , in scaglie o polvere . La colorazione che , inizialmente è grigia , passa al bronnzo in pochi giorni e , nel giro di 4-5 mesi si incomincia a passare al rosso .
Per quanto riguarda gli orifiamma ( sotto questo nome si possono mettere tutte le varietà menzionate prima ) la vasca di riproduzione puo' essere piu' piccola di dimensioni , la quantità di uova risulta essere inferiore , ma per il resto , il procedimento puo' essere simile .

Habitat in acquario : per i pesci rossi comuni sarebbe buona norma seguire questo calcolo : 3 litri di acqua per ogni centimetro di pesce : un pesce rosso di 10 cm. , 30 litri d'acqua . Lo fanno in pochi ma , sarebbe un buon sistema . Teoria valida anche per gli Orifiamma che raggiungono dimensioni minori . La vasca dovrebbe essere ben illuminata , con ampio spazio per nuotare , piante robuste lungo le pareti e , materiale decorativo che non presenti parti che potrebbero danneggiare le pinne di questi pesci . Potente filtraggio e cambi parziali di acqua frequenti . .

Dimorfismo sessuale : negli esemplari sessualmente maturi di Carassius auratus auratus , la differenza è evidente nella zona anale : nella femmina è sporgente ( convessa ) , nel maschio è incavata ( concava ) . Le femmine , per qualuque varieta' prima descritta , hanno sempre il ventre molto ingrossato dalle innumerevoli uova .
Chimica dell'acqua : 14 22° C , GH 10-20° , PH 7
22-25° C , GH 15° , PH 7 Per la riproduzione .

Possibili abbinamenti : il Carassius auratus auratus , che si sposta in tutte le zone della vasca di allevamento , potrebbe essere allevato assieme a Gyrinocheilus aymonieri , che rimane nella zona del fondo e a Kryptopterus bicirrhis che , invece , rimane nella zona centrale della vasca . Per le varietà con grosse pinne , una vasca dedicata solamente a loro o con pesci di piccole dimensioni di indole tranquilla .

TORNA ALL' ELENCO ASIA

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu