>

Elacatinus oceanops - pesce pulitore - Pesci acqua dolce e salata d'acquario - descrizione, diffusione, alimentazione, riproduzione

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

ACQUA DOLCE
  
AFRICA - AUSTRALIA

AMERICA - ASIA

ACQUA SALATA - OCEANO ATLANTICO OCCIDENTALE

 

ELACATINUS OCEANOPS

Diffusione :  Elacayinus oceanops e' presente nelle acque della Florida e della Penisola dello Yucatan , Oceano atlantico occidentale

Biotopo
:  Elacatinus oceanops vive nelle barriere coralline .

Comportamento in natura :  Elacatinus oceanops e' un vero pesce pulitore che stazionain un determinato luogo della barriera corallina normalmente fra le Gorgonie dove si fa' raggiungere da altri pesci per svolgere la sua funzione di pulitore . I pesci che arrivano per farsi liberare dai parassiti si fermano vicino a questa " stazione di pulizia " e i Gobidi li raggiungono attaccandosi poi , con l'aiuto delle pinne ventrali trasformate a mo' di ventosa , sul corpo dell'animale che deve essere liberato dai parassiti . Nelle specie piu' grandi non esitano ad entrare nella bocca per ricercare eventuali parassiti . In questo caso il pesce da pulire apre quanto piu' possibile gli opercoli branchiali , in modo da permettere al Gobide anche l'ispezione delle branchie .
Quando il pesce vuole che i pesci pulitori terminino la loro attivita' , basta che scuota brevemente corpo e testa e chiuda ripetutamente la bocca . Questi segni non determinano soltanto un'interruzione dell'attivita' dei pulitori , ma anche un ritorno del Gobide alla sua stazione di servizio . Il piu' delle volte si possono vedere attorno a questo luogo numerosi pesci che attendono il loro turno ; tra questi si possono notare Barracuda e grosse Cernia . Per verificare se la presenza dei pulitori ( Gobidi e grandi politori )  influisce sullo stato di salute dei pesci che vivono in una determinata zona della barriera corallina .  , sono stati allontanati tutti i pulitori dalle stazioni dopodiche' si e' osservato lo stato di salute dei pesci e si e' pututo constatare che la loro mancanza ha come conseguenzaun notevole aumento dei pesci con piu' parassiti , con ferite piu' evidenti e con uno stato di salute piu' precario . Sembrava inoltre che molti pesci si allontanassero dalla zona del reef .  Nella misura in cui dalle zone circostanti arrivano nuovi pesci o gamberetti pulitori per ripopolare la " stazione " , migliorava anche lo stato di salute generale dei pesci e in poco tempo si raggiungeva la vecchia densita'  di popolazione .  I pesci pulitori , una volta adulti , vivono normalmente in coppie nella stazione di pulizia , mentre gli esemplari giovani formano piccoli branchi . mLa deposizione delle uova avviene su un substrato piatto ed accuratamente pulito ; il piu' delle volte vengono usate conchiglie vuote . Le uova si schiudono dopo circa 14 giorni e durante tutto questo periodo vengono custodite e curate dai riproduttori .  Gli avannotti sembrano vivere per un certo periodo con i genitori . Cio' significa che di questa specie non esiste stadio larvale durante il quale nuotano liberamente .  Ogni deposizione comprende circa 100 uova . Raggiungono la maturita' sessuale dopo circa un anno ; la longevita' totale di questa specie e' di circa 2 anni .  
 
Habitat in acquario : Elacatinus oceanops e' una specie di facile allevamento se si somministra mangime sufficiente , perche' in acquario non possono nutrirsi esclusivamente di parassiti .  In cattivita' accettano piccoli crostacei come Cyclops , Artemie , Dafnie e piccoli Mysis nonche' pezzetti di polpa di mollusco o altro . Soffre molto per la presenza di pesci voraci e quindi puo' convivere solamente con pesci piccoli o in acquari con solo invertebrati . Si riproduce frequentemente anche in cattivita' .

Particolarita':  Elacatinus oceanops viene confuso facilmente con Gobiosoma evelynae . Elacatinus oceanops si differnzia da questa specie per la mancanza del V giallo sulla testa . Sui fianchi una fascia larga di colore bluastro che a volte assume tutte le sfumature dell'arcobaleno . Tra la fascia nera del dorso e quella sul fianco non c'e' mai una colorazione gialla .  

TORNA ALL' ELENCO OCEANO ATLANTICO OCCIDENTALE

 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu