>

Cheirodon axelrodi - Neon Cardinale - Characidae - Pesci acqua dolce e salata d'acquario - descrizione, diffusione, alimentazione, riproduzione

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

ACQUA DOLCE
  
AFRICA - AUSTRALIA

AMERICA - ASIA

ACQUA DOLCE - SUD AMERICA

 

Cheirodon axelrodi ( Neon Cardinale )

Cenni generali :il Cheirodon axelrodi ha il corpo molto slanciato , tutte le pinne sono piccole e trasparenti , bocca in posizione terminale , occhi abbastanza grandi . Colorazione unica : dorso rosso-marrone sotto una fascia verde-blu rifrangente che copre tutta la lunghezza del pesce dalla bocca alla coda .  La parte inferiore è di un rosso intenso ed il ventre è di color argento . Dimensioni raggiunte 4 cm. circa ; vasca di dimensioni minime 50 litri , zona vitale al centro della vasca .

Diffusione
: fiumi Orinoco e Rio Negro e loro affluenti ; parte settentrionale dell'Amazzonia .

Alimentazione : il neon cardinale , o solamente cardinale è carnivoro : mangime in scaglie a base animale e anche artemie o dafnie .

Riproduzione :per il Cheirodon axelrodi , non è particolarmente complicata ma impegnativa . Partendo da un gruppo di 10-15 esemplari di dimensioni abbastanza ridotte ( 1,5cm.) , dopo qualche mese si incomincerà a notare la differenza tra maschi e femmine ( maschi piu' slanciati e femmine piu' grosse ) . Preferendo tra i maschi quelli che si avvicinano alle femmine dal basso verso l'alto , cosa riscontrata da diversi allevatori , si separano dal gruppo e preparata una vasca anche di soli 15-20 litri , si aspetta di avere una femmina in condizioni di riproduzione . Questa vasca deve essere molto pulita e i valori chimici dell'acqua devono avere i seguenti valori : 26° C , GH 1-2 ; PH 5,5-6 . Oltre a questo , la vasca deve essere schermata perchè i pesci si riproducono al buio . Dopo aver introdotto la femmina e aspettato qualche ora perchè si ambienti , è possibile introdurre il maschio . Dopo un giorno circa ma , anche di piu' , avviene la deposizione che puo' variare da un numero di uova di circa 30 sino a un numero abbastanza alto , anche 200 , ma , di solito , non superiore alle 100 unità . Questo fattore è influenzato dal tipo di dieta dei pesci e dall'età e dalla dimensione delle femmine . Le uova sono di colore ambrato e la schiusa avviene tra 3 e 5 giorni . Il sacco vitellino viene consumato anche qui in un periodo che varia tra i 3 e i 5 giorni  e da qui incomincia la somministrazione di mangime particolarmente minuto vivo come Parameci e Rotiferi . Le caratteristiche chimiche dell'acqua che , dalla deposizione delle uova possono essere cambiate lentamente con cambi parziali , non sono adatte alla vita di questo mangime e , di conseguenza , deve , assieme al cambio dell'acqua  , venire effettuato un sifonamento accurato . Tutto questo sempre con la vasca schermata e priva di arredamento . Dal momento che gli avannotti nuotano liberamente , è possibile togliere la schermatura e incominciare a con una dieta a base di naupli di artemia e un po' alla volta , integrare con tubifex ed enchitrei tagliati fini .Dopo il primo mese di vita incomincia ad apparire la fascia blu-verde nella colorazione e da questo momento , la dieta puo' venire integrata con mangime in scaglie . Come detto all'inizio non una riproduzione particolarmente difficile ma impegnativa e con risultati che si ottengono con un po' di esperienza .

Habitat in acquario :il Cheirodon axelrodi e un pesce di branco che manifesta la sua piu' intensa colorazione in una vasca che abbia il fondo scuro e una illuminazione non troppo intensa .  Si muove al centro della vasca e non necessita di particolari nascondigli se ha a disposizione gruppi di piante tra le quali poter stazionare . Essendo la sua provenienza da fiumi con una colorazione scura dell'acqua , un filtraggio con torba è sicuramente gradito a questa specie .

Dimorfismo sessuale : nei pesci cardinale è evidente solamente in esemplari adulti : maschi piu' snelli delle femmine e , queste , piu' tozze , grosse dei maschi .

Chimica dell'acqua : 25° C , GH.10° , PH 6,5
                                 26° C , GH 1-2° , PH 5,5-6  per la riproduzione

Possibili abbinamenti
: il Cheirodon axelrodi , che vive nella zona centrale della vasca , potrebbe essere allevato assieme a Corydoras aeneus , che resta nella zona bassa , e a Nannostomus eques che, invece , resta in quella alta .

 
 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu