Vai ai contenuti

ACQUA DOLCE - AFRICA

Pseudotropheus auratus ( Melanochromis auratus )

Cenni generali: lo Pseudotropheus auratus ha il corpo allungato e tondeggiante ; le pinne non sono particolarmente sviluppate , la bocca , in posizione terminale è munita di diversi denti . La colorazione è una delle caratteristiche di questi pesci . In esemplari ancora abbastanza piccoli , sino a circa 5 cm. , non si notano differenze di colorazione tra maschi e femmine , corpo giallo con sfumature argentee  e due larghe fasce nere , a volte anche deu fasce bianche che partono dalla testa per raggiungere il peduncolo caudale ; pinna dorsale con grande fascia nera e pinna anale per la metà inferiore gialla e , la metà superiore macchiata di bianco giallo e nero . 5-6 cm. , i maschi assumono una colorazione nera con due fasce azzurro bianco o giallo verde , anche loro che partono dalla testa e terminano nel peduncolo caudale . Questa colorazione , in genere , viene assunta , in un gruppo , solo dal maschio dominante , perchè , gli altri maschi dominati , mantengono la colorazione delle femmine . Estromesso il maschio dominante , in poco tempo , un altro maschio assume questa tipica colorazione .Con dimensione particolarmente grandi , anche le femmine , a volte , assumono la tipica colorazione dei maschi . Questi pesci raggiungono i 10 cm. di lunghezza ( le femmine leggermente piu' lunghe ) , necessitano di acquari con capacità non inferiore a i 100 litri , e occupano tutto l'acqwuario ad eccezzione della parte superficiale .

Diffusione
: Africa orientale , nel lago Malawi ( ex lago Niassa ) .

Alimentazione : il Melanochromis auratus è una specie onnivora ; cibi liofilizzati , in scaglie , surgelati ; integrato , il tutto con alimentazione vegetale che è particolarmente gradita.

Riproduzione :per lo Pseudotropheus auratus è abbastanza facile perchè , questa specie , adotta un sistema evoluto di cure parentali ; la femmina , depone tra le 20 e le 40 uova su un sasso preventivamente pulito dal maschio , le mette in bocca e , attratta dalle macchie simili a uova che , il maschio ha nella pinna anale , si avvicina per prendere anche queste . In questo momento , il maschio , espelle il liquido seminale che serve per la fecondazione delle uova . Questa incubazione orale , a temperature prossime a i 27° C , dura 3 settimane , durante le quali , la femmina resta nascosta e , sembra , non mangi nulla . Gli avannotti che escono dalla bocca , hanno di solito una lunghezza che raggiunge il centimetro e sono già in grado di essere autosufficienti , anche se , non di rado , si rifugiano ancora per qualche giorno nella bocca della madre . Possono essere nutriti da subito con  mangime in scaglie di piccole dimensioni o naupli di artemia o tubifex .

Habitat in acquario : per il Melanochromis auratus , la vasca dovrebbe avere diversi nascondigli che vengono creati con rocce e legni ; piante robuste che non devono essere messe vicino a dove i pesci decidono di farsi una tana , perchè verrebbero sradicate . Buona illuminazione e potente filtraggio che serve per pulire l'acqua dalle particelle che i nostri pesci sollevano durante i loro frequenti scavi nel fondo della vasca . Specie abbastanza aggressiva che dovrebbe essere tenuta con esemplari di caratteristiche simili . Un numero di 3-4 esemplari adulti necessita di vasche di almeno 50-60 litri .

Dimorfismo sessuale :nello Pseudotropheus auratus è come descritto nella colorazione ; i maschi con colorazione femminile sono quasi sempre riconoscibili da alcune macchie nere nella pinna anale .

Chimica dell'acqua
:22-26° C , GH 10-20° , PH 7,5-8
                                 26-28° C , GH 10-15° , PH 6,5-7,5 per la riproduzione

Possibili abbinamenti
: Melanochromis auratus, che si sposta in tutte le zone della vasca, potrebbe essere allevato assieme a Pseudotropheus zebra che ha le stesse caratteristiche .

Torna ai contenuti