Vai ai contenuti

ACQUA DOLCE - AFRICA

Pelvichacromis pulcher - ciclide nano

Cenni generali :il Pelvicachromis pulcher ha il corpo di questi pesci ha forma fusiforme ed è leggermente appiattito lungo i fianchi ; la bocca è in posizione quasi ventrale e ha le labbra carnose ; le pinne ,sono tutte ben sviluppate . La forma della testa è convessa e la zona della gola è quasi diritta , a differenza della maggior parte delle specie di Ciclidi africani . La colorazione è molto varia : nei maschi la colorazione di fondo è giallo marrone con la parte ventrale di un rosso piu' o meno intenso . Possono essere presenti macchie nere bordate di giallo nelle pinne caudale e dorsale .Nella parte ventrale è presente una grossa macchia rosso violacea . Esistono comunque , in natura , varietè di colore dove , di fondo si ha una colorazione blu , gialla , rossa , verde . Qusti colori , nel periodo della riproduzione risultano sempre piu' accentuati . La colorazione delle femmine è invece molto piu' appariscente , specialmente nei soggetti adulti con varie strisce che attraversano orizzontalmente il corpo nella parte dorsale . Questi pesci raggiungono in natura i 10 cm. di lunghezza ; la vasca di allevamento dovrebbe non essere inferiore a 80 litri e vivono prevalentemente nella parte bassa , vicino al fondo .

Diffusione : questo ciclide nano , si trova nella parte nord-occidentale dell'Africa tropicale , principalmente in Nigeria.

Alimentazione : pesci carnivori i Pelvicachromis pulcher prediligono Artemie , Chironomus e Tubifex vivi , surgelati o liofilizzati . Accettano anche mangime in scaglie ed in compresse.

Riproduzione : questo ciclide nano puo' riprodursi nell'acquario di comunità se ha al suo interno diversi nascondigli . Volendo allestire una vasca per la riproduzione di questa specie , le dimensioni dovrebbero essere di circa 50 litri , il fondo ricoperto con materiale di grana media e diversi nascondigli a disposizione . Una volta introdotta una coppia che abbia già manifestato l'intenzione di riprodursi , all'interno di uno di questi nascondigli , verranno deposte un consistente numero di uova ( 200-300 ) , che verranno accuditedalla femmina mentre , il maschio , vigilerà all'esterno di questo nascondiglio . La schiusa avviene , generalmente in 2-3 giorni e , gli avannotti , usciranno dal riparo dopo circa una settimana . Da questo momento bisognerà alimentare questa nidiata con naupli di Artemia o mangime in scaglie molto fine . I genitori si prendono cora dei loro piccoli sino al momneto che la femmina è pronta per una nuova deposizione .


Habitat in acquario : il Pelvicachromis pulcher è un pesce che , se allevato in piccoli gruppi , formerà spontaneamente delle coppie che andranno ad occupare i diversi nascondigli che si andranno a predisporre nel momento dell'arredamento della vasca . Questo dovrebbe avere un fondo di materiale non particolarmente fine con zone , invece , di materiale fine . Rocce , legni di torbiera , grotte formate con mezzi gusci di noci di cocco o mezzi vasi in terracotta ( soluzione adatta per quasi tutte le varietà di ciclidi , sia Africani che sud Americani ) , formeranno la parte principale dell'arredamento . Le piante per questo acquario dovranno essere robuste e con foglie grosse . Illuminazione non particolarmente intensa e potente filtraggio .

Dimorfismo sessuale : in questo ciclide nano , le differenze , oltre alla colorazione , come descritto nella parte iniziale , sono le dimensioni : i maschi sempre piu' grandi e , nella forma delle pinne : quella anale e dorsale , le femmine le hanno sempre con i bordi arrotondati , i maschi con la parte terminale a punta .

Chimica dell'acqua : 22-25° C , GH 5-15° , PH 6,5-7,5
26-27° C , GH 10° , PH 6,5 per la riproduzione .

Possibili abbinamenti : il Pelvicachromis pulcher , che occupa principalmente la zona vicino al fondo , puo' essere allevato assieme a Xenomystus nigri , che rimane nella zona centrale della vasca e , a Pantodon buchholzi che , invece , preferisce la zona vicino alla superficie .

Torna ai contenuti